Home Page » Menu Canali » Vivere Parabiago » Associazioni » Associazioni Volontariato

Associazioni Volontariato

A.DI.PA.
Associazione Disabili di Parabiago
Ferrario Rosa Angela
Via Volta 3 - Parabiago
Tel. 0331/1362463 - 0331 497287
E-mail: luigibiancamano@libero.it
Presidente: FERRARIO Rosa Angela
Anno di fondazione: 1997
Attività/Iniziative: Assistenza e consulenza pratiche amministrative.
Possibilità di collaborazione volontaria: Con associazioni che trattano la disabilità.
Quota associativa: €. 10,33.

 

A.I.A.S.
Assoc. Italiana Assistenza Spastici
Bettinelli Giuseppe
Via Carlo Porta, 20 - PARABIAGO
Tel. 0331/441221
Fax. 0331/441221
E-mail: comunicazione@aiasmilano.it
Anno di fondazione: 1976
A.I.A.S. (Associazione italiana assistenza spastici) è sorta in Legnano nel 1976 e si è insediata nei locali dati in concessione dal Comune, all'interno del parco I.L.A., in via Colli di S. Erasmo 29. Qui, come da statuto, è la sua sede legale e operativa a favore di soggetti spastici o, comunque, portatori di handicap provenienti dal territorio di Legnano e circondario. Allo stato, registra l'iscrizione di n. 64 soci e svolge attività di formazione nel campo socio-educativo. I giovani assistiti rientrano attualmente in una fascia di età compresa fra i 30 e i 40 anni, ma c'è disponibilità all'accoglimento di chiunque a qualunque età che abbia problemi di natura psico-motoria. L'intento dell'Associazione è quello di evidenziare, arricchire e potenziare le naturali attitudini dei nostri giovani. Questo obiettivo viene perseguito con l'esercizio di alcune specifiche attività, annualmente programmate dal Consiglio Direttivo in vista di reali bisogni individuali e collettivi. Particolarmente seguite sono le seguenti attività:
- Laboratorio di pittura (con esposizione annuale dei lavori presso la Famiglia Legnanese);
- Musica e Canto (con piccolo saggio finale a conclusione di ogni annata: mese di giugno);
- Informatica (addestramento all'uso del computer);
- Gita annuale (per scopi prevalentemente culturali e d'informazione. Vedi - per il recente passato - la visita al museo egizio di Torino, l'architettura genovese, il Teatro Olimpico di Vicenza e le ville palladiane, ecc..);
- Frequentazione di spettacoli teatrali e simili.
Tutte le attività educative sono affidate alle cure di specialisti del mestiere e di volontari che aiutano i ragazzi a risolvere i loro progetti e le loro esigenze. Le lezioni hanno svolgimento con orario e cadenza settimanale e durano per l'intera annata, la quale si assimila a quella scolastica, da settembre a tutto giugno. Vengono sospese ritualmente e periodicamente nel tempo delle festività e delle ferie estive.
Al conseguimento degli obiettivi e al buon andamento della Sezione collaborano attivamente i genitori dei ragazzi assistiti. La stampa locale segue con opportuna l'operosità e le sorti dell'AIAS legnanese. Ci sono vicine le Amministrazioni civiche di Legnano, Parabiago e San Vittore Olona. e si è insediata nei locali dati in concessione dal Comune, all'interno del parco I.L.A., in via Colli di S. Erasmo 29. Qui, come da statuto, è la sua sede legale e operativa a favore di soggetti spastici o, comunque, portatori di handicap provenienti dal territorio di Legnano e circondario. Allo stato, registra l'iscrizione di n. 64 soci e svolge attività di formazione nel campo socio-educativo. I giovani assistiti rientrano attualmente in una fascia di età compresa fra i 30 e i 40 anni, ma c'è disponibilità all'accoglimento di chiunque a qualunque età che abbia problemi di natura psico-motoria. L'intento dell'Associazione è quello di evidenziare, arricchire e potenziare le naturali attitudini dei nostri giovani. Questo obiettivo viene perseguito con l'esercizio di alcune specifiche attività, annualmente programmate dal Consiglio Direttivo in vista di reali bisogni individuali e collettivi. Particolarmente seguite sono le seguenti attività:
- Laboratorio di pittura (con esposizione annuale dei lavori presso la Famiglia Legnanese);
- Musica e Canto (con piccolo saggio finale a conclusione di ogni annata: mese di giugno);
- Informatica (addestramento all'uso del computer);
- Gita annuale (per scopi prevalentemente culturali e d'informazione. Vedi - per il recente passato - la visita al museo egizio di Torino, l'architettura genovese, il Teatro Olimpico di Vicenza e le ville palladiane, ecc..);
- Frequentazione di spettacoli teatrali e simili.
Tutte le attività educative sono affidate alle cure di specialisti del mestiere e di volontari che aiutano i ragazzi a risolvere i loro progetti e le loro esigenze. Le lezioni hanno svolgimento con orario e cadenza settimanale e durano per l'intera annata, la quale si assimila a quella scolastica, da settembre a tutto giugno. Vengono sospese ritualmente e periodicamente nel tempo delle festività e delle ferie estive.
Al conseguimento degli obiettivi e al buon andamento della Sezione collaborano attivamente i genitori dei ragazzi assistiti. La stampa locale segue con opportuna l'operosità e le sorti dell'AIAS legnanese. Ci sono vicine le Amministrazioni civiche di Legnano, Parabiago e San Vittore Olona.

 

A.I.D.O.
Assoc. Italiana Donatori Organi
Mariuccia Camozzi - Marco Pattano
Viale Marconi, 24 - Parabiago
Tel. 0331/555808
E-mail: patt01@alice.it
Presidente: Mariuccia Camozzi
Orario riunioni: Il primo martedì del mese dalle 21:00 alle 23:00
Anno di fondazione: 1980.
Finalità: Promozione e sensibilizzazione nella società della solidarietà umana e nella donazione di organi. Assistenza ai trapiantati e ai loro famigliari.
Requisiti, tipologia e tempi di impegno richiesto ai volontari: Il socio attivo A.I.D.O. deve partecipare alle riunioni una volta al mese salvo maggiore frequenza in cocomitanza di manifestazioni e iniziative varie. L'iscritto A.I.D.O. da la disponibilità di massima alla donazione dei propri organi e tessuti per scopo terapeutico dopo la morte. L'A.I.D.O. di Parabiago può contare su circa 1100 iscritti e 15 soci attivi.
Come iscriversi: L'iscrizione all'A.I.D.O. avviene compilando una 'dichiarazione di volontà' su moduli prestampati da consegnare o spedire alla sede dell'associazione.
Quota associativa: L'iscrizione è totalmente gratuita. Non esiste quota associativ. L'A.I.D.O., da statuto, si sostenta solo esclusivamente tramite le offerte raccolte nelle varie manifestazioni e attività di propaganda.

 

A.N.M.I.C.
Ass. Nazionale Mutilati Invalidi Civili
Gianni D'Alfonso
Via Volta, 7 - Parabiago
E-mail: info@anmic.it

 

A.N.M.I.G.
Ass. Naz.le Mutilati Invalidi Guerra
Via P. Micca, 3a - Parabiago
Tel. 0331/544223
Presidente: Cesare Aramini

 

A.N.P.I.
Ass. Naz.le Partigiani d'Italia
Roberto Sartorelli
Presidente: Roberto Sartorelli

 

A.V.I.S.
Associazione Volontari Italiani del Sangue
Via del Monastero n. 46/48 - Parabiago
Tel. 0331/551782
Sito Web: http://www.avisparabiago.it
E-mail: as.avis@libero.it
Presidente: Borsani Fabrizio
Anno di fondazione: 1957.
Orario attività e servizi: lunedì, martedì, giovedì: dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.30; mercoledì e venerdì: dalle ore 7.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.30; sabato: dalle ore 10.00 alle ore 12.00.
Finalità: Cultura della salute; proselitismo e reclutamento donatori di sangue e plasma. Donatori di midollo osseo.Attività/Iniziative: centro di raccolta sangue; concorso scuole; corsi di formazione sanitaria e cultura della donazione del sangue; giornate di sensibilizzazione alla donazione di sangue.
Destinatari delle attività e delle iniziative: donatori di sangue e cittadinanza.
Possibilità di collaborazione volontaria: requisiti, tipologia e tempi di impegno richiesti ai volontari: formazione specifica per i collaboratori.
Eventuale attività formativa per volontari: corsi di formazione sanitaria per collaboratori sanitari.
Come iscriversi: in sede

 

AFAMP
C.P., 50 - Legnano
Tel. 0331/505672
Presidente: Flavio Mauri

 

ANFFASS - ONLUS
Antonia Lischetti
Via Colli di S.Erasmo, 29 - Legnano
Tel. 0331/453835
Presidente: Antonia Lischetti
Anno di fondazione: 1968.
Finalità: Assistenza disabili ritardo mentale.

 

ASSOCIAZIONE ANZIANI
Francesca Ginetti
Via Alessandro Volta, 3 - Parabiago
Tel. 0331 553584
Fax. 0331 553584
E-mail: ass.anziani.parabiago@virgilio.it
Presidente: Francesca Ginetti 
Anno di fondazione: 1994
Orario attività: LUNEDI' CHIUSO da martedì a Domenica dalle 15:00 alle 19:00, Sabato dalle 21:00 alle 24:00.
Orario Servizi: segreteria: da Martedì a Venerdì dalle 15:00 alle 19:00.
Finalità: Socio Ricreative.
Attività/Iniziative: Soggiorni climatici, marini. termali, estero, tour. Gite giornaliere: culturali e gastronomiche. Corsi; yoga, ginnastica dolce, corso di pittura su ceramica, corso di lingua spagnola, ballo liscio e di gruppo, conferenze su ogni tema.
Come iscriversi: Rivolgendosi alla segreteria.
Quota associativa: Per frequentare la sede occorre essere tesserati,  siamo iscritti al Coordinamento di Bologna e la tessera è nazionale.
Modalità di contatto: telefonicamente o presso la segreteria della sede secondo gli orari indicati.

 

ASSOCIAZIONE CULTURALE DISLESSIA
Sig.ra Maria Patrizia Bodini
Via S. Michele, 47 - Parabiago
E-mail: nfoaidnervianoparabiago@gmail.com

 

AUSER
sig. Foderà
Via S. Antonio, 1 - Parabiago
Tel. 0331 555384
Fax. 0331/495416
Anno di fondazione: distaccamento Auser locale 1995; anno fondazione circolo autonomo Parabiago anno 1999.
Orario attività: lunedì - mercoledì dalle ore 14.00 alle ore 17.00
Orario servizi: Mezz'ora prima e mezz'ora dopo l'ingresso e l'uscita scuole; orari stabiliti delle manifestazioni.
Orario riunioni: Secondo esigenze.
Finalità: L'Auser, autogestione di servizi e solidarietà, è una Associazione fondata sulla solidarietà e sul volontariato. Promizioni sociali.
Attività/Iniziative: Attività di vigilanza davanti alle scuole, negli orari di ingresso e uscita, nei parchi pubblici, particolari manifestazioni da svolgere con cittadini anziani, attività di vigilanza durante manifestazioni sia comunali che sportive, turismo sociale.
Destinatari delle attività e delle iniziative: Gli interventi fanno riferimento ai servizi che quotidianamneto vengono svolti nel Comune di Parabiago: attività socialmente utili, supporto agli anziani.
Possibilità di collaborazione volontaria: Vi sono enormi possibilità perchè le persone che intendono attivarsi nel volontariato lo possono fare.
Requisiti, tipologia e tempi di impegno richiesti ai volontari: Richiediamo serietà e capacità di costruire rapporti umani con le persone che richiedono il nostro intervento; al nostro volontario si chiede l'impegno di tempi che lui stesso può determinare.
Eventuale attività formativa per volontari: Vi sono momenti formativi inerenti alle singole attività, gestiti direttamente dall'Auser o gestiti da strutture istituzionali.
Come iscriversi: iscriversi all'Auser è estremamente semplice, basta richiedere la tessera.
Quota associativa: la quota associativa per il 2002 è di lit. 20.000.
Modalità di contatto: Contattare l'Auser è semplicissimo, la nostra sede si trova in via S. Antonio è aperta nei giorni di lunedì e mercoledì dalle ore 14.00 alle ore 17.00.

 

CIRCOLO ACLI PARABIAGO
Associazione Cristiani Lavoratori Italiani
Renza Lucchini
Via Sant'Ambrogio 7 - Parabiago
Tel. 339 4311604
Anno di fondazione: 1950
Finalità: Le Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani (ACLI) fondano sul Messaggio Evangelico e sull'insegnamento della Chiesa la loro azione per la promozione dei lavoratori che operano per una società in cui sia assicurato, secondo democrazia e giustizia, lo sviluppo integrale di ogni persona.
Le ACLI promuovono solidarietà e responsabilità per costruire una nuova qualità del lavoro e del vivere civile, nella convivenza e cooperazione fra culture ed etnie diverse, nella costruzione della pace, nella salvaguardia del creato. Le ACLI associano diversi lavoratori e cittadini, uomini e donne, di qualsiasi nazionalità che ne condividono le finalità e ne sottoscrivono il Patto Associativo. Possono aderire alle ACLI associazioni che si riconoscono negli scopi del movimento e si impegnino a collaborare alla realizzazione delle attività.
Le ACLI Movimento educativo e sociale, operano nella propria autonomia responsabilità per favorire la crescita e l'aggregazione dei diversi soggetti sociali e delle famiglie, attraverso la formazione, l'azione sociale, la promozione di servizi e realtà associative. La formazione aclista, nel consideare la trascendente dignità della persona, sostiene processi volti alla maturazione di coscienza critica, all'esercizio di responsabilità in una coerente testimonianza di vita cristiana ecumenicamente aperta al dialogo.
L'azione sociale delle ACLI, a partire dall'esperienza di vita e di lavoro, di donne di uomini sollecita l'esercizio di responsabilità e sviluppa opportunità di partecipazioni dei cittadini per la crescita della società civile e la vitalità delle istituzioni.
I Servizi Sociali e le Associazioni specifiche promosse dalle Acli, o ad esse aderenti, costituiscono una rete di esperienze di solidarietà, di autorganizzazione, di volontariato e di imprenditività sociale per rispondere ai bisogni culturali, materiali e sociali delle persone:
a) nell'assistenza e tutela sociale, previdenziale, sanitaria e fiscale attraverso il Patronato ACLI;
b) nella formazione ed orientamento professionale e nelle politiche del lavoro, attraverso l'Ente Nazionale Acli per l'Istruzione Professionale (ENAIP) e gli Enti regionali ad esso associati;
c) nelle molteplici attività inerenti le soggettività sociali, la cooperazione, il volontariato, l'ambiente, lo sport, il turismo e la cultura, attraverso apposite associazioni ed iniziative specifiche decise dal Consiglio nazionale.
Attività/Iniziative: Servizi vari alla persona. L'Associazione svolge attività di assistenza nelle pratiche pensionistiche, assistenza fiscale ai pensionati ed ai lavoratori dipendenti, istruzione di base per l'utilizzo dei mezzi informatici. Organizza anche gite sociali.
Destinatari delle attività e delle iniziative: tutti i cittadini.
Possibilità di collaborazione volontaria: sia uspica l'adesione di volontari, disposti a collaborare.
Requisiti, tipologia e tempi di impegno richiesti ai volontari:
Secondo attitudine e disponibilità dei volontari, compatibili con le finalità della nostra Associazione.
Eventuale attività formativa per volontari: Possibilità di inserimento nei lavori di Patronato, dopo periodo di pratica in sede di Parabiago e partecipazione a corsi formativi annuali.

 

COMITATO COLLABORATRICI OSPEDALE LEGNANO
Via Candiani, 2 - Legnano
Tel. 0331 449243
Presidente: Eugenia Belloni Manca
Anno di fondazione: 1930.
Finalità:
- Porgere aiuto morale e materiale ai degenti ricoverati in ospedale a alle loro famiglie che si trovino in uno stato di particolare bisogno in conseguenza del ricovero del congiunto;
- Acquisire attrezzature atte a migliorare le strutture di natura strettamente assistenziale;
- Rendere sempre più familiare l'ambiente dei ricoveri per anziani, nell'ambito del territorio di cui è riferimento l'Ospedale di Legnano per attività di ricovero e cura.

 

CROCE AZZURRA
M. Luisa Rossetti
Via Brisa, 1 - Parabiago
Tel. 0331 557282
Presidente: dr.ssa Giulia Buzzi
Anno di fondazione: 1994
Orario attività: dalle ore 9.30 alle ore 11.30 - tutti i giorni escluso sabato e domenica
Orario servizi: subordinato alla disponibilità di volontari e automezzi.
Finalità: trasporto di persone bisognose di terapie di media e lunga durata (emodialisi, radioterapia, fisioterapia, ecc.), dalla residenza del richiedente alle strutture preposte.
Requisiti, tipologia e tempi di impegno richiesti ai volontari:
- possesso di patente B;
- tempi di impegno indicati dal volontario in base al proprio tempo disponibile.
Come iscriversi: presentandosi presso la sede dell'Associazione di Via Brisa 1.

 

CROCE ROSSA ITALIANA
Graziano Bonaldo
Via Henry Dunant, 1 - Parabiago
Tel. urgenze 112 - ufficio 0331 491888
E-mail: cl.legnano@cri.it
Presidente: Graziano Bonaldo
Orario attività: 24h su 24
Orario Servizi: 24h su 24
Anno di Fondazione: 1986
Finalità: Primo soccorso e trasporto infermi, attività socioassistenziali, protezione civile.
Requisiti, tipologia e tempi di impegno richiesti ai volontari: frequenza di corso di formazione, 16 anni
Come iscriversi: Informazioni sui corsi presso la sede

 

GRUPPO DI VOLONTARIATO VINCENZIANO
Casa Parrocchiale - Parabiago
Tel. 0331/551324
A Parabiago fin dal 1930 affonda le sue radici un'associazione nota a tutti come 'Dame della Carità di San Vincenzo de Paoli' che si è sempre prodigata a favore dei poveri. Durante tutti questi anni ha mutato anche il suo logo ma sempre mantenendo il suo stile di intervento contrassegnato dalla partecipazione ai problemi dei bisognosi con il fine di aiutarli tempestivamente e nel modo più idoneo.
Oggi i tipi di povertà sono cambiati e con essi gli interventi caritativi. Solo perchè si conosca quanto l'attuale 'Gruppo di Volontariato Vincenziano' fa, coadiuvato dalla generosa popolazione, vi diremo che con la scansione di due volte al mese, consegna presso la Chiesa parrocchiale, a circa 35 famiglie per volta, pacchi alimentari formati da generi di prima necessità e cose varie oltre ad alimenti per l'infanzia, e una volta al mese mette a disposizione e distribuisce in un locale 'guardaroba' abiti usati e nuovi.
Provvede inoltre con l'aiuto delle Reverende Suore di San Vincenzo al reperimento di carrozzine, lettini, passeggini che vengono poi dati a chi ne necessita.
A questo va aggiunto che intrattiene rapporti di collaborazione con il Comune, la Regione e la Caritas per interventi di sostegno straordinario.
Le volontarie attive che collaborano oggettivamente all'espletamento di tali incarichi sono 16.

 

LIONS CLUB GIUSEPPE MAGGIOLINI
Patrizia Guerini Rocco
via Matteotti, 23 - Parabiago (Mi)
Tel. 0331 552622 - 0331 495633
Sito Web: http://www.lionsclubs.org
E-mail: patty.gr@alice.it
Anno di fondazione: Omologazione internazionale 11 dicembre 2008 - Charter Night 6 aprile 2009 (Fondazione a Parabiago presso la Sala Consiliare)
Finalità: Società di servizio con motto WE SERVE: si occupa della raccolta fondi per scopi benefici.
Presidente: Patrizia Guerini Rocco
I Lions Club sono nati da una felicissima intuizione di Melvin Jones nel 1917, si sono estesi in ben 205 nazioni e contano sulla collaborazione di 1,4 milioni di soci suddivisi in 45.000 Club.
Ogni volta che un Lions club si mette all'opera i problemi diminuiscono e le comunità migliorano perché operiamo in sinergia con le istituzioni ovunque sia necessario il nostro aiuto, all'interno delle nostre comunità e nel resto del mondo, con integrità ed energia.
Siamo supportati da Lions Clubs International Foundation (LCIF), che contribuisce a finanziare i progetti umani e la Sede Centrale Internazionale di Lions Clubs International e di LCIF si trova a Oak Brook (Illinois, USA).
Per comprendere in che modo i Lions continuano a fare la differenza ogni giorno e in qualsiasi parte del mondo vi invitiamo a collegarVi al sito www.lionsclubs.org

 

LIONS CLUB PARABIAGO HOST
Angelo Garbagnati
Tel. 320 2571671
Sito Web: http://www.e-clubhouse.org/sites/parabiagoh/
E-mail: info.lcparabiagohost@libero.it
Presidente: Rosanna Tozzo (carica annuale)
Anno di fondazione: 1986
Attività: Fornire aiuto, assistenza e sostegno a livello locale, nazionale, internazionale e nelle grandi emergenze umanitarie - Promuovere iniziative culturali e di pensiero.
Il Lions Club Parabiago Host appartiene all'associazione internazionale di Lions Club che opera con circa 1.350.000 soci in oltre 206 nazioni di quasi tutte le aree geografiche del mondo.
Motto dell'Associazione è "We Serve", "Noi Serviamo" il prossimo e le azioni svolte vengono definite "Services".
Le finalità del Lions Club Parabiago Host in accordo con le finalità del Lions Club International cui aderisce sono:
- Creare e promuovere uno spirito di comprensione tra i popoli del mondo;
- Promuovere i principi di buon governo e buona cittadinanza;
- Prendere attivo interesse al bene civico, culturale, sociale e morale della comunità;
- Stabilire una sede per la libera ed aperta discussione di tutti gli argomenti di interesse pubblico, con la sola eccezione della politica di parte e del settarismo religioso;
- Incoraggiare le persone che si dedicano al servire per migliorare la loro comunità senza scopo di lucro;
- Promuovere un costante elevamento del livello di efficienza e di serietà morale nel commercio, nell'industria, nelle professioni, negli incarichi pubblici e nel comportamento privato.

 

MANI TESE
Via De Amicis, 4 - Parabiago
Tel. 0331/558256
Presidente: Riccardo Bonomi

 

NABAD MILANO ONLUS - PROGETTO SPAZIO MONDI MIGRANTI
Sofia Butturini
Via Oberdan, 2 - Parabiago
Tel. 393 4896194
E-mail: spaziomondimigranti@gmail.com

 

PROTEZIONE CIVILE
Renzo Gatti
Via Del Monastero ang. via del Seprio - Parabiago
Tel. 0331/558041 (segreteria 24 h su 24)
E-mail: prot.civileparabiago@libero.it
Presidente: Renzo Gatti 
Orario ufficio: Martedì dalle 21 alle 23.30
Anno di fondazione: 1985
Finalità: La Protezione Civile di Parabiago è composta da 30 volonatri che mettono a disposizione del prossimo il loro tempo.
Attività/Iniziative: La Protezione Civile di Parabiago dispone di 4 automezzi per lo svolgimento delle sue mansioni, tra cui il pattugliamento del territorio e del Parco del Roccolo.
Siamo specializzati in illuminotecnica, la nostra dotazione è la seguente:
- 2 generatori di corrente
- 1 traliccio telescopico da 10 metri di altezza in grado di illuminare 1500 metri quadrati
- Altri tralicci semi telescopici
- Una pompa idrovora
- 5 tende di varie misure
- Altre attrezzature di vario genere
Possibilità di entrare a far parte dell'associazione: nessun requisito particolare, basta non avere o non aver avuto condanne penali.
Requisiti richiesti: buona prestanza fisica
Come iscriversi: Conttattaci telefonicamente o vieni a trovarci negli orari di apertura del nostro ufficio

 

U.N.C.I - UNIONE NAZIONALE CAVALIERI D'ITALIA

Sezione Provinciale di Milano - Associazione di Promozione Sociale Registro Nazionale  nr. 184

Via Brisa n.1 entrata da Via Sant'Antonio - Parabiago

Tel: 0331.558048

E-mail: unci@uncimi.it

Sito Web: http://www.uncimi.it

Presidente: Cav. Tabini Lucio

Vice Presidente: Rag. Giudici Luigi

L'U.N.C.I. ha la sede Nazionale nella città di Verona e annovera oltre 10.000 iscritti, anche residenti all'estero ove sono presenti diverse delegazioni. E' registrata presso gli atti della Repubblica Italiana ed è un'associazione apolitica, apartitica e senza scopi di lucro. Riunisce tutti coloro che sono insigniti di onorificenze cavalleresche, simpatizzanti e sostenitori. Mantiene alto il sentimento morale, tutela il diritto e il rispetto delle istituzioni cavalleresche, rende gli insigniti esempio di probità e correttezza civile e morale, promuove forme di solidarietà ed assistenza secondo i principi della mutualità e della libera, spontanea reciproca collaborazione.

Favorisce la promozione di attività benefiche, filantropiche, umanitarie e culturali, organizza manifestazioni, premi bontà ed assistenza agli orfani di tutti gli insigniti di onorificenze e svolge attività sociale di volontariato.

 

    V.P.U.
    Volontari per la Promozione Umana
    Giovanni Varini
    Via Adda, 4 - Parabiago
    Tel. 0331 490368
    Fax. 0331 490368
    E-mail: vpu@vpu.it
    Anno di fondazione: 1982.
    Chi è: L'Associazione di volontariato V.P.U. (Volontari per la Promozione Umana), nasce nel 1982, dopo un'esperienza di volontariato fatta da alcuni giovani con la Caritas Decanale di Legnano.
    Da subito l'Associazione si dimostra molto vivace e dinamica, perseguendo l'intento di offrire un'azione incisiva ed efficace sull'intero territorio locale: Parabiago, Canegrate, Busto Garolfo,Legnano, Nerviano, S.Giorgio e Villa Cortese.
    Diverse sono le attività sviluppate, in particolare miranti a ridurre il disagio personale e sociale delle persone disabili:
    - supporto ai disabili;
    - vacanze estive ed invernali;
    - uscite domenicali e gestione del tempo libero;
    - mostre fotografiche e informative;
    - corsi di formazione per volontari;
    - feste e momenti aggregativi.
    Nell'Associazione, che aderisce al Mo.V.I. (Movimento di Volontariato Italiano), attiva un servizio diurno per disabili a Busto Garolfo: il C.S.E. 'Il Seme', che gestisce con l'ausilio dei propri volontari fino al 1987, quando la gestione operativa passa alla cooperativa 'La Ruota', creata appositamente sui valori e sulle motivazioni dell'associazione di volontariato.
    Dal 1987 ad oggi il V.P.U. ...
    I Principi: L'Associazione di volontariato V.P.U. si premura di individuare le possibili soluzioni ai problemi di disagio e di emarginazione dei disabili e dei portatori di handycap, di ogni fascia di età, operando concretamente per la loro realizzazione.
    Al centro dei progetti e delle azioni del V.P.U. si trova l'Uomo ed i suoi bisogni.
    Le finalità e i principi guida dell'Associazione sono:
    - la solidarietà tra gli uomini e con gli uomini, specie nelle situazioni di disabilità e di emarginazione;
    - la condivisione dei vissuti quotidiani;
    - l'aiuto reciproco e l'auto-aiuto;
    - la diffusione dello spirito e del costume del volontariato, come stile di vita ed espressione di solidarietà.
    Dove opera: L'Associazione di volontariato V.P.U. ha sede legale a Parabiago, in via Adda 4, mentre la sede operativa è sita a Canegrate in via Toti.
    Il V.P.U. opera principalmente in questi due comuni, attraverso organismi territoriali, definiti Gruppi Locali, che operano indipendentemente l'uno dall'altro, rispettando le indicazioni del Consiglio Direttivo dell'Associazione, che viene nominato ogni ... anni dall'Assemblea dei Soci.
    I due Gruppi Locali, coordinati da un proprio responsabile, collaborano strettamente con gli enti pubblici territoriali e con gli organismi sociali, sanitari, religiosi già presenti in loco.
    Come lavora: L'Associazione di volontariato V.P.U., tramite i propri operatori volontari o grazie all'intervento ed allo stimolo delle altre agenzie pubbliche o private presenti sul territorio, individua l'emergere di un determinato bisogno.
    Il Gruppo Locale di riferimento o un Gruppo Operativo appositamente creato, raccoglie tutte le informazioni necessarie e predispone un opportuno progetto di intervento da presentare all'Associazione ed agli altri enti interessati.
    Approvato il progetto, verificate le risorse necessarie, impostata la tempistica, studiata la metodologia di intervento, i volontari passano alla fase realizzativa. L'attuazione del programma viene costantemente monitorata dai responsabili del progetto che, attraverso misurazioni e feedback, verificano l'opportunità di intervenire con azioni correttive e di sostegno.
    I metodi di intervento dell'Associazione privilegiano sempre i rapporti di rete, cercando di valorizzare tutte le risorse (umane, economiche, strutturali, comunicative) già presenti ed operanti sul territorio: oratori, parrocchie, parchi pubblici, zone verdi, piazze, punti di ritrovo, spazi associativi, manifestazioni pubbliche, e così via.
    Strumento di verifica comune a tutte le attività dell'Associazione è la scheda di valutazione personale per ogni disabile che lo accompagna durante tutte le attività dell'Associazione; per altre attività vengono di volta in volta, strutturati momenti di verifica ad hoc a seconda degli aspetti da valutare.
    Attività/Iniziative:
    Le vacanze estive/invernali
    Da diversi anni l'Associazione di volontariato V.P.U. offre ai disabili, ai loro nuclei famigliari, ma anche ad anziani, persone sole, ma anche a personi 'comuni', la possibilità di vivere l'esperienza 'forte' di vacanze 'alternative'.
    L'Associazione riconosce in questo tipo di vacanza la prova concreta e la verifica di poter condividere spazi, tempi, attività, idealità, con persone disabili o 'svantaggiate', come possibile specchio e seme di una nuova società da fondare e da vivere.
    Obiettivi delle vacanze sono:
    - valorizzare le potenzialità di ciascun partecipante, sviluppando le capacità espressive, affettive, intellettuali, manuali, disocializzazione di ognuno;
    - liberare le capacità relazionali di ciascun partecipante, attraverso il reciproco ascolto, la lettura dei propri stati emotivi,l'elaborazione dei propri vissuti;
    - dare occasioni per vivere vacanze serene, stimolanti e rilassanti nello stesso tempo.
    La strategia organizzativa delle vacanze si basa su:
    - analisi dei bisogni degli 'utenti';
    - ricerca della struttura più adeguata;
    - valutazione dei volontari e delle risorse necessarie;
    - predisposizione degli abbinamenti operatore/assistito;
    - programmazione della vacanza prima e durante il suo svolgimento;
    - verifica della vacanze durante e dopo il suo svolgimento.
    La metodologia applicata durante la vacanza:
    - cooperazione tra i partecipanti;
    - coinvolgimento attivo di tutti;
    - rispetto reciproco;
    - condivisione di regole comuni.
    La principali attività svolte durante la vacanza:
    - attività ludiche (giochi a squadre, giochi da tavolo,...);
    - attività musicali (ascolto e suono);
    - espressione coorporea (danza, mimo,...);
    - attività all'area aperta (passeggiate, visite guidate, incontri...);
    - attività motorie (mare, piscina,...);
    Le uscite domenicali
    Le uscite domenicali e nei giorni festivi, organizzate dall'Associazione, costituiscono preziosi momenti di svago per i disabili, e di sollievo per le rispettive famiglie.
    Durante tali uscite si propongono momenti di socializzazione costruiti ad hoc, sfruttando però le consuete occasioni che il territorio può offrire: frequentazione di ambienti comuni come oratori, parchi, associazioni; incontri con gruppi giovanili; passeggiate 'cittadine'; visite guidate; ...
    Le uscite domenicali sono anche l'occasione per ogni disabile, di continuare il progetto specifico avviato durante le vacanze o di preparsi per iniziarne uno nuovo.
    Le singole uscite sono preparate dai Gruppi Locali che, mensilmente, si ritrovano per organizzare le uscite programmate e per verificare quelle del mese trascorso.
    Le feste
    Oltre alle consuete uscite domenicali, periodicamente i volontari dell'Associazione predispongono speciali eventi festivi, in occasione di ricorrenze particolari: Natale, carnevale, ultimo dell'anno, anniversari dell'Associazione, ritrovi...
    Per l'Associazione, queste feste sono anche un'occasione per avvicinare simpatizzanti, per introdurre nuovi volontari, per coinvolgere famiglie, per ringraziare operatori e benefattori.

    Condividi