Aria, acqua, suolo

INDAGINI AMBIENTALI PER INTERVENTO SU FABBRICATO ARTIGIANALE/PRODUTTIVO

In caso di cambio di destinazione d’uso dell’immobile occorre presentare indagine ambientale, da inoltrare all'Ufficio Ecologia al fine di valutare la necessità di procedere alla bonifica dei suoli e/o l'assenza di contaminazione, corredata da:

a) ricostruzione storica dell'attività svolta nel sito;

b) relazione descrittiva che dettagli gli impianti delle strutture esistenti e, il loro stato manutentivo individuando i centri di pericolo che possono aver generato contaminazione, materie prime impiegate;

c) individuazione punti di campionamento in numero e luoghi significativi, concertati con ARPA ovvero in caso di documentata attività non a rischio di contaminazione del suolo autocertificazione della parte di non contaminazione dello stesso supportata da appositi campionamenti (svolti in autonomia) rappresentativi dell'intero sito (pertanto non sono ritenute valide quelle indagini riferite a singoli subalterni che non includano almeno anche le parti comuni quali cortili, giardini, etc.) e di tutte le matrici potenzialmente impattate da fenomeni di contaminazione, prevedendo comunque il raggiungimento del terreno naturale sotto I'eventuale strato di riporto presente, con indagini basate su campionamenti di tipo puntuale (non sono pertanto ammessi campioni incrementali o miscelati), includendo il set analitico minimo costituito dai principali idrocarburi e metalli (As, Cd, Cr, Hg), C> 12, IPA (il set è da estendere a tutti gli altri eventuali inquinanti di cui sia sospettabile la presenza in virtù delle attività pregresse svolte sul sito);

d) dichiarazione sostitutiva di atto notorio in merito alla veridicità dei dati riportati e degli esiti.

-------------------------------------------------------------------------------------

 

TERRE E ROCCE DA SCAVO

Sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, serie generale, n. 183 del 7 agosto 2017 è stato pubblicato il Decreto Presidente Repubblica 13 giugno 2017, n. 120 (Regolamento recante la disciplina semplificata della gestione delle terre e rocce da scavo, ai sensi dell'articolo 8 del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre 2014, n. 164).

Documentazione e Modulistica
Si rimanda al DPR n. 120 del 13 giugno 2017

Decreto

Modulistica

Dichiarazione di utilizzo (art. 21)

Dichiarazione di utilizzo (art. 21) - in formato editabile

Dichiarazione di trasporto (art. 6)

Dichiarazione di trasporto (art. 6) - in formato editabile

Dichiarazione di avvenuto utilizzo (art. 7)

Dichiarazione di avvenuto utilizzo (art. 7) - in formato editabile

---------------------------------------------------------------------------------------------

ACQUA POTABILE NEL COMUNE DI PARABIAGO RELAZIONE ATS 2017

RubinettoIl Gruppo CAP, a tutela della qualità dell'acqua potabile dell’area della città Metropolitana di Milano, effettua accurati controlli quotidiani grazie all’utilizzo di laboratori di analisi moderni e tecnologicamente all’avanguardia. alla Home page del Gruppo Cap selezionare:

ATTIVITA'>SERVIZIO IDRICO INTEGRATO>QUALITA' DELL'ACQUA>L'ACQUA DEL TUO COMUNE

Seleziona il tuo comune per visualizzare LA SCHEDA RIEPILOGATIVA DEI DATI AGGIORNATI

La relazione ATS Città Metropolitana 2017 su L'acqua potabile nel Comune di Parabiago è disponibile in formato Pdf

------------------------------------------------------------------------------------------

QUALITA' DELL'ARIA A PARABIAGO

canaleIl Centro Regionale di Monitoraggio della Qualità dell'Aria di ARPA Lombardia ha effettuato, su richiesta dell'Amministrazione Comunale, una campagna di rilevamento mediante laboratorio mobile per verificare la qualità dell'aria in due periodi, dal 3 al 29 marzo 2016 e dal 1 settembre al 4 ottobre 2016 al fine di tenere conto della variabilità stagionale...

Leggi/scarica la relazione di ARPA in allegato.

------------------------------------------------------------------------------------------

PROVVEDIMENTI REGIONALI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA' DELL'ARIA

Come ogni anno, a partire dal 1° ottobre 2018, entreranno in vigore i provvedimenti finalizzati alla riduzione
delle emissioni inquinanti in atmosfera e al miglioramento della qualità dell'aria...

CONTINUA A LEGGERE CLICCANDO QUI!

LINK DIRETTO AL SITO REGIONANALE CLICCA!

Condividi