Home Page » Menu Canali » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

donne in canto
Il 16 ottobre il Festival di Musica e Parole al Femminile chiuderà con Caterina Cropelli e l'assegnazione del premio nazionale "Donna In•canto" a Daria Braga.
10-10-2022

Il 16 ottobre il Festival di Musica e Parole al Femminile chiuderà con Caterina Cropelli e l’assegnazione del premio nazionale “Donna In•canto” a Daria Braga.

 

La quattordicesima edizione di “Donne In·canto” sta giungendo al termine: il prossimo 16 ottobre alle ore 18:00 presso la sala conferenze del Crespi Bonsai Museum di Corso Sempione, 37 si svolgerà la cerimonia di chiusura con l’ultimo spettacolo che vede protagonista Caterina Cropelli, cantautrice trentina e talento scoperto a X-Factor 6 nel 2016. Tra i giovani talenti della musica italiana, Caterina Cropelli, ha conquistato le principali playlist di Spotify (New Music Friday, Indie Italia, Scuola Indie, Best of Indie Italia 2020), superando i 3 milioni di ascolti sulla piattaforma con il suo omonimo album d’esordio uscito a marzo 2020. Forte da sempre di un’intensa attività live che l’ha portata negli anni a realizzare importanti aperture per artisti come Max Gazzè, Carmen Consoli, Irene Grandi, Cristina Donà, Simone Cristicchi e molti altri, Caterina,

dopo gli appuntamenti della primavera estate 2022, si prepara per il suo nuovo disco di inediti in uscita quest’anno.

 

Durante la serata del 16 ottobre, verrà consegnato il Premio nazionale “Donna In•canto” giunto alla sua seconda edizione, il tutto in una cornice avvolta dallo splendore delle piante bonsai e dalla professionalità della giornalista e speaker radiofonica, Laura Defendi che presenterà la cerimonia.

 

Il Premio nasce nel 2021 con la finalità di valorizzare l’impegno femminile anche in campi diversi rispetto al talento espresso in ambito artistico, per dare voce anche a quelle donne che si impegnano nel sociale, nell’impresa e nella vita lasciando un segno di cui tutti possiamo essere orgogliosi. In questa seconda edizione, il premio verrà assegnato a Daria Braga:

 

Psicologa-Psicoterapeuta dell’età evolutiva e dell’adolescenza. Daria Braga: una vita spesa per la ricerca e il benessere psico-fisico e sociale dei ragazzi, in particolar modo, individuando nello sport lo strumento per attivare processi di crescita sana e valoriale. Viene premiata per il suo impegno come Direttrice di Fondazione Laureus Italia - www.laureus.it

 

Nel corso della sua carriera, ha collaborato con ASL Milano in ambito clinico per la valutazione, diagnosi e riabilitazione nel trattamento delle dipendenze. Ha effettuato un tirocinio presso l’Istituto Bosisio Parini, dove ha sviluppato il progetto di ricerca: “Interventi precoci, intensivi, individualizzati con bambini affetti da autismo”. È stata volontaria presso Dynamo Camp Onlus a Limestre (Pistoia), centro di terapia ricreativa per bambini affetti da patologie gravi e croniche dove era anche Responsabile del Progetto di Terapia Ricreativa “Dynamo Studios”. Ha lavorato per anni in grandi

agenzie di comunicazione come Young & Rubicam e Publicis come responsabile di comunicazione e produzione video. Si è diplomata come Tecnico di Meditazione Sportiva presso il Centro Sportivo Educativo Nazionale, Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal C.O.N.I. ed è Direttrice di Fondazione Laureus Italia dal 2015.

 

La conclusione del festival sarà anche l'occasione per ringraziare tutti coloro che nel corso delle serate, hanno contribuito a donare a favore dell’iniziativa Valigia di Salvataggio in favore di donne che vivono situazioni familiari difficili, permettendo all’Associazione “I diritti civili nel 2020 – Salvabebè/Salvamamme di intervenire in casi conosciuti. La raccolta fondi è stata attivata a partire dall’edizione Donne In·canto 2017 e, fino al 2021 sono stati donati circa 25.000 euro. Il dato del 2022 verrà comunicato successivamente a fronte della conclusione del festival che, anche quest’anno, ha confermato il successo e conquistato numeri record: 67 artisti coinvolti; 20 eventi in programma; 30 ore di spettacolo; 3700 spettatori.

 

“Una stagione 2022 che ha visto protagoniste molte donne talentuose a partire dalla mitica Anna Mazzamauro, madrina di questa 14^ edizione -dichiara l’Assessore alla Cultura Barbara Benedettelli- Una proposta culturale che conferma nel tempo l’interesse del pubblico. Oggi, concludiamo questi quattro mesi di spettacoli di alto livello con la consegna del Premio Nazionale a Daria Braga, ne siamo lieti. Un particolare ringraziamento, in rappresentanza di tutta la rete dei comuni aderenti al festival, va rivolto a Giorgio Almasio, art director di Donne In·canto, per la sua passione e professionalità. Ma anche ai numerosi spettatori che hanno sostenuto l’iniziativa Valigia di Salvataggio. Vi aspettiamo tutti domenica 16 ottobre!”.

 

“Un festival davvero di grande portata che non smette mai di stupire grazie all’impegno di molti -commenta il Sindaco Raffaele Cucchi, quale capofila della rete di Comuni coinvolti- Sono, infatti, tanti i ringraziamenti che andrebbero rivolti alle persone coinvolte nel rendere questo festival sempre più ricco e di successo. Inizierò dalla famiglia Crespi che ci concede la sala conferenze del Bonsai Museum, un gioiello del nostro territorio, proprio per questa serata di chiusura. Un grazie a tutte le artiste intervenute che hanno contribuito a rendere la proposta culturale di Donne In·Canto sempre più affascinante. Ai 12 Comuni della rete che confermano ogni anno l’adesione e la passione per questo festival. Ad Euro.Pa e agli uffici comunali per il coordinamento amministrativo e infine, ma non da ultimi, gli sponsor che ogni anno confermano la disponibilità a sostegno della cultura e i partner che ci aiutano a informare il territorio!”.

 

“Dopo due annate non semplici per le ragioni che ricordiamo -commenta Giorgio Almasio, art director del festival- finalmente “Donne In•canto” è tornato ad essere la grande iniziativa che raccoglie e accoglie una vera e propria comunità di cittadini amanti della cultura della bellezza e dell’arte. Le tante serate - tutte sold-out - sono state frequentate da migliaia di persone e, in ultima analisi, è questa la cosa che conta! Dopo quattordici anni di questa progettualità, per la quale ringrazio sempre Parabiago e la rete dei Comuni del Festival, posso dire infatti che - tra le altre - la più grande soddisfazione è vedere sempre tanta gente che partecipa festante ai nostri eventi. E’ questo che mi dà la spinta ad impegnarmi sempre più anno dopo anno, e ce la metterò tutta anche per il 2023!”

 


Condividi

Notizie e Comunicati correlati

Eventi correlati

07-05-2020
luogo: SALA MULTIUSO BIBLIOTECA CIVICA Via Brisa, 1 Parabiago